Il Tribunale di Castrovillari prima e la Corte d’Appello di Catanzaro poi, li avevano condannati per un furto con destrezza commesso in concorso tra loro in una gioielleria di Castrovillari, “L’arte del gioiello” di Corso Calabria, il 22 novembre del 2016.

 

Distraendo il gioielliere e la moglie, proprio dopo che quest’ultima aveva aperto una vetrina per mostrare ai “clienti” degli orologi di marca, ne avevano arraffati 5 per un valore commerciale di ben 7.500 euro.

 

I due imputati, entrambi coriglianesi e residenti nella popolosa frazione marina di Schiavonea, a Corigliano-Rossano, attraverso i loro avvocati difensori avevano poi presentato ricorso ai giudici della suprema Corte di Cassazione.

 

Il cosiddetto “Palazzaccio” di Roma sede della suprema Corte di Cassazione 

 

E proprio i giudici di terzo e ultimo grado, negli scorsi giorni, hanno confermato in via definitiva la sentenza d’appello che li aveva visti condannati a 8 mesi di reclusione e 300 euro di multa ciascuno.

 

Si tratta del 30enne Francesco Domenico Milito meglio noto come “Lupin” (foto in alto), e del 62enne Rocco Filippelli, quest’ultimo nativo di Crotone ma da tanti anni stabilitosi a Schiavonea di Corigliano-Rossano dove per un periodo aveva persino aperto una piccola gioielleria!

redazione@altrepagine.it

 

LEGGI ANCHE

Corigliano-Rossano | Furti e rapine: i carabinieri arrestano “Lupin”

 

Corigliano-Rossano | Lupin “atto terzo”… e stavolta finisce in carcere

 

Di admin