Antonino Campana, di 31 anni, è finito in manette a seguito d’un blitz della polizia

 

 

Riforniva i suoi clienti dal balcone di casa. Un giovane è stato sorpreso in flagranza, a Corigliano-Rossano, proprio mentre spacciava cocaina, dai poliziotti del Commissariato cittadino diretto dal vicequestore Cataldo Pignataro.

 

Gl’investigatori in forza alla squadra di polizia giudiziaria guidata dall’ispettore Stefano Laurenzano lo tenevano d’occhio già da un po’ di giorni.

 

Scattato il blitz, l’abitazione del giovane è stata accuratamente perquisita.

Ed è spuntato un involucro contenente alcuni grammi di “coca” già suddivisi in dosi pronte per la vendita, bilancini di precisione, della mannite ed altro materiale utile al confezionamento della sostanza stupefacente.

 

Singolare il luogo di spaccio, ubicato nella frazione dello Scalo coriglianese: un condominio che ospita studi professionali d’avvocati, medici ed assicuratori.

 

Antonino Campana, 31 anni, disoccupato ed incensurato, è stato dichiarato in arresto, ammanettato e condotto in Commissariato.

 

Successivamente rimesso in libertà, in attesa del processo nei suoi confronti, su disposizione del magistrato di turno in Procura a Castrovillari.

redazione@altrepagine.it 

 

Di admin