Restano in carcere i tre presunti autori della rapina da 4 mila euro che avrebbero compiuto durante la notte di venerdì scorso a Schiavonea di Corigliano-Rossano. L’ha deciso ieri mattina il giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Castrovillari

 

che ha convalidato i tre fermi d’indiziato di delitto che erano stati eseguiti a distanza di poche ore dal fatto da parte dei carabinieri della Compagnia coriglianese.

 

 

Il terzetto di presunti rapinatori, tutto extracomunitario di nazionalità marocchina ed irregolare in Italia, avrebbe rapinato dell’ingente somma di denaro contante un connazionale.

La vittima era stata brutalmente picchiata e costretta a ricorrere alle cure del Pronto soccorso dell’ospedale “Guido Compagna” per le lesioni riportate, giudicate dai medici guaribili con una prognosi d’oltre 15 giorni.

 

Il giudice ha dunque convalidato i fermi e disposto la misura cautelare in carcere per il terzetto, già ristretto nella casa circondariale di Castrovillari da venerdì notte.

 

Per la presunta rapina è stato disposto l’incidente probatorio, con la supposta vittima che sarà sentita per la cristallizzazione della prova. Saranno inoltre effettuati degli accertamenti sugli smartphone degl’indagati.

Il denaro contante non sarebbe stato infatti trovato. 

redazione@altrepagine.it

 

LEGGI ANCHE

Corigliano-Rossano | Rapina da 4 mila euro in contanti 

 

 

Di admin