“Lupin” evade dagli arresti domiciliari! Ieri sera i carabinieri si sono presentati a casa di Francesco Domenico Milito, 30 anni, noto a tutti a Corigliano-Rossano come “Lupin” (foto), ma dopo una mezz’oretta dal controllo, sciarpa al collo, cappuccio e mascherina (ché la sera fa freddo e in giro c’è pure il maledetto virus) “Lupin” è uscito di soppiatto e a passo svelto.

 

Pedinato dagli “sbirri” tra i vicoli di Schiavonea, la sua zona, è giunto in Piazzetta Portofino per incontrarsi con un ragazzo. Dopo dieci minuti faceva rientro verso casa. Era stato arrestato soltanto qualche giorno fa per una serie di colpi furtivi, gli ultimi della sua carriera.

 

 

Fermato e perquisito, è stato trovato in possesso di marijuana, che lui stesso dichiarava d’avere appena acquistato. Il suo spacciatore l’ha fatta franca, dunque, mentre lui è stato dichiarato in arresto. Dopo l’ambaradan, però, il magistrato di turno alla Procura di Castrovillari l’ha riassegnato ai domiciliari in attesa del processo.

redazione@altrepagine.it

 

LEGGI ANCHE

Corigliano-Rossano | Furti e rapine: i carabinieri arrestano “Lupin”

 

Di admin