Vent’anni di carcere diviso sette. È il “conto” finale che la giustizia di primo grado ha comminato, poco fa, nei confronti dei primi 7 tra i complessivi 49 imputati della maxi-inchiesta sui colletti bianchi di Corigliano-Rossano e del resto del comprensorio della Sibaritide. Accusati – e riconosciuti colpevoli – di truccare le aste giudiziarie nello stesso Tribunale di Castrovillari che li ha visti alla sbarra.

 

I 7 sono stati giudicati – per come da loro stessi richiesto – col rito abbreviato da parte del giudice per l’udienza preliminare Lelio Festa.

 

L’inchiesta White collar (colletto bianco, appunto), era durata due anni e la scorsa estate aveva fatto emergere la lunga serie di presunti illeciti relativi alla gestione delle aste giudiziarie, ad opera di noti avvocati e commercialisti di Corigliano-Rossano e non solo, in combutta con spregiudicati imprenditori della città jonica e della Sibaritide. Un vero e proprio “terremoto” giudiziario, dunque.

 

Vediamo ora le condanne:

 

nei confronti di Giuseppe Andrea Zangaro, 44 anni, dipendente del Comune di Corigliano-Rossano con funzione di cancelliere nell’ufficio del Giudice di pace coriglianese, dallo scoppio dell’inchiesta sospeso da parte del Comune (difeso dagli avvocati Maurizio Minnicelli e Francesco Paolo Oranges del foro di Castrovillari), inflitti 7 anni e undici mesi di reclusione;

 

Andrea Zangaro

 

per Giorgio Alfonso Le Pera, 49 anni, agronomo, (difeso dall’avvocato Giovanni Scatozza del foro di Castrovillari), 2 anni e quattro mesi;

 

per Carmine Placonà, 50 anni, imprenditore (difeso dagli avvocati Maurizio Minnicelli e Francesco Sammarro del foro di Castrovillari)1 anno e quattro mesi;

 

per Alfonso Cesare Petrone, 61 anni, avvocato (difeso dalla collega Gisella Santelli del foro di Castrovillari), 2 anni e quattro mesi;

 

Alfonso Petrone

 

per Luisa Faillace, 41 anni, avvocato (difesa dai colleghi Luca e Michele Donadio del foro di Castrovillari), 3 anni e tre mesi;

 

per Giovanni Romano, 54 anni, commercialista (difeso dagli avvocati Antonio Pucci del foro di Castrovillari ed Enzo Belvedere del foro di Cosenza), 1 anno e dieci mesi (assolto dal reato di corruzione, per lui pena sospesa);

 

per Antonio Guarino, 55 anni, imprenditore (difeso dall’avvocato Pasquale Di Iacovo del foro di Castrovillari)1 anno.

 

Entro i prossimi 45 giorni saranno depositate le motivazioni della sentenza, che ha visto i 7 tutti condannati.

redazione@altrepagine.it

 

LEGGI ANCHE

Corigliano-Rossano | “Colletti bianchi”: richiesti 30 anni di carcere per 7 imputati

 

Corigliano-Rossano | TUTTI I NOMI | “Colletti bianchi”: coi 16 arrestati altri 32 indagati

 

 

Di admin