Fermato nottetempo dai carabinieri davanti a un distributore automatico di sigarette, doveva trovarsi invece agli arresti domiciliari, misura disposta nei suoi confronti dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Castrovillari

 

lo scorso mese di dicembre, per una rapina a mano armata che aveva compiuto a novembre proprio ai danni d’un tabaccaio della frazione marina di Schiavonea, a Corigliano-Rossano.

 

Condotto in caserma, durante le attività di rito, ha persino tentato la fuga spintonando i militari, ma è stato prontamente bloccato. Ora il giovane, un 19enne residente proprio a Schiavonea, si trova rinchiuso in carcere a Castrovillari in attesa d’essere giudicato col rito direttissimo per evasione e resistenza a pubblico ufficiale.

redazione@altrepagine.it

 

Di admin