E sono altre due nel brevissimo volgere di sole ventiquattr’ore. Già, perché anche questa notte a Corigliano-Rossano l’“anonima incendi” è tornata a colpire il proprio bersaglio di turno, facendo fuoco, fiamme e cenere di un’autovettura.

 

Teatro del fatto criminale a questo giro è stata la centralissima Via Federico Sciacca, nella zona San Francesco dello Scalo coriglianese, a poche centinaia di metri dalla vicina caserma dei carabinieri. Obiettivo degl’incendiari, stavolta, una Nuova Fiat 500 bianca. La vettura era parcheggiata proprio sotto casa della vittima, un giovane del posto.

 

 

Poco dopo sono accorsi una pattuglia dei militari dell’Arma e i vigili del fuoco del distaccamento cittadino. Ai pompieri la consueta incombenza di spegnere l’incendio, che ha comunque completamente carbonizzato l’utilitaria, e di mettere in sicurezza il luogo.

 

Ai carabinieri toccherà invece di provare a decifrare l’ennesimo atto d’indubbia matrice dolosa e d’una oramai lunghissima escalation cominciata un anno fa e che non ha mai subito battute d’arresto, né arresti di responsabili da parte degli stessi inquirenti.

 

La notte precedente, quella tra sabato e domenica, i criminali incendiari avevano colpito nel rione Madonna della Catena, mandando carbonizzata l’auto d’un pensionato, anch’essa parcheggiata sotto casa della stessa vittima. 

redazione@altrepagine.it

 

LEGGI ANCHE

Corigliano-Rossano | Ancora un’auto incendiata nella notte

 

Di admin