I carabinieri della Tenenza di Cassano Jonio hanno denunciato, a conclusione delle indagini coordinate dalla Procura di Castrovillari, un uomo di 51 anni residente in provincia di Catania. Truffa aggravata, simulazione di reato e calunnia i reati contestati.

 

Lo scorso 5 gennaio l’uomo, che è proprietario d’un terreno nella frazione Doria di Cassano Jonio, s’era recato proprio dai carabinieri per denunciare d’essere stato rapinato del suo Suv da tre uomini a volto coperto e sotto la minaccia d’una pistola.

 

Secondo il racconto dell’uomo, i tre malviventi si sarebbero poi dileguati a bordo del suo Suv, facendo perdere le loro tracce. Una versione dei fatti che ai detective dell’Arma era già apparsa lacunosa. D’intesa col sostituto procuratore Luigi Spina, cominciavano delle attività tecniche di captazione, che in poco tempo hanno permesso d’acclarare i fatti reali.

 

 

Il 51enne, infatti, aveva sin da subito richiesto alla propria compagnia assicuratrice il risarcimento del danno subito, ma durante le intercettazioni cui era sottoposto s’evinceva che aveva inscenato tutto proprio per ottenere i soldi dell’assicurazione. I carabinieri hanno persino appurato che il suv non era mai giunto quel giorno nel Cassanese, dal momento che non era stato imbarcato allo stretto di Messina.

redazione@altrepagine.it

Di admin