Divieto d’avvicinamento ai luoghi abitualmente frequentati dalla propria vittima. È la misura cautelare emessa dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Castrovillari Lelio Festa, su richiesta del sostituto procuratore Giovanni Tedeschi, nei confronti d’un giovane di Corigliano-Rossano.

 

Si tratta del rossanese R.B., di 35 anni. A notificargli il provvedimento giudiziario è toccato agli uomini della polizia del Commissariato cittadino, i quali avevano svolto l’attività d’indagine delegata dalla Procura castrovillarese.

 

 

La vittima del 35enne, una donna, era stata fatta oggetto d’una serie di minacce ed atteggiamenti persecutori che le hanno provocato un perdurante stato d’ansia e di paura, conclusasi col danneggiamento della sua autovettura. 

 

La polizia aveva acquisito i tabulati telefonici, oltre ad alcuni video e fotogrammi che hanno consolidato le prove e consentito l’emissione del provvedimento cautelare.

redazione@altrepagine.it

Di admin