di Fabio Buonofiglio

Finora lo sapevano soltanto in pochi – praticamente solo i diretti interessati – ma la notizia è che stamane, per le 9,30, la presidente emerita della Corte Costituzionale, quella che da quasi 6 mesi presiede la sezione della Consulta distaccata a Corigliano-Rossano, ha convocato, in modalità telematica nel rispetto delle norme di prevenzione dal Coronavirus, l’assise dei giureconsulti coriglianrossanesi.

 

Fuor d’inappropriata metafora: la “chiamata” del caso è quella della consigliera comunale Maria Salimbeni (foto in alto), presidente della Commissione consiliare Statuto e regolamenti, quella che prima, durante o poi, darà finalmente l’effettivo “certificato di nascita”, con gli annessi e connessi giuridici, alla nuova città voluta dai suoi abitanti attraverso il referendum popolare del 2017 sulla fusione tra i due ex Comuni di Corigliano Calabro e Rossano che poco più d’un anno fa ha visto eletti il primo sindaco ed il primo Consiglio comunale del Comune unico.

 

Una riunione della Commissione statuto

 

Nulla di scandaloso che stamane ci si riunisca, considerato che finora la commissione s’è sempre riunita di sabato poichè statuto e regolamenti sono ottime materie per ammazzare la noia nel vuoto dei fine settimana. Il corposo e serioso ordine del giorno all’uopo stilato dall’onorevole Salimbeni fa ben sperare in un’accelerata dei lavori finalizzata al compimento di un’opera che, nel corso di quasi un semestre, praticamente non è mai cominciata, a parte convegni e pagliette.

 

 

I punti 1 e 2 mettono sul piatto qualche interrogativo. Uno: “Comunicazione del presidente della Commissione”. Che avrà da comunicare Maria Salimbeni? Due: “Elezione Vice Presidente”. Perché si rende necessario – e forse pure urgente – eleggere il vicesalimbeni? E chi è il designato dalla maggioranza consiliare che sostiene il sindaco Flavio Stasi e che stamattina assumerà tale carica?

 

Un recente convegno promosso dalla commissione

 

Le risposte a tali domande s’avranno soltanto tra qualche ora, ma tutto sembra essere direttamente proporzionale ad un eventuale imminente “rimpasto” nella Giunta comunale del sindaco Stasi. Verosimile, infatti, che s’elegga il vicepresidente della Commissione statuto perché da qui a poco la Salimbeni potrebbe essere nominata assessora da Stasi in sostituzione di Anna Maria Turano. In tal caso, per la vicepresidenza della commissione – che poi diventerebbe vera e propria presidenza – la scelta potrebbe ricadere sulla consigliera Titti Scorza o sul consigliere Domenico Rotondo. In giornata ne sapremo di più.

direttore@altrepagine.it

 

LEGGI ANCHE            

Corigliano-Rossano | Maria (Terracini) Salimbeni, i suoi prodi e lo statuto di Checco Zalone

 

Corigliano-Rossano | Stasi chiede alla Turano di dimettersi, poi le ordina d’aspettare un po’

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Di admin