Il furbo sindaco-sceriffo pretende di dettare pure i tempi! Oggi l’assessora sarà in Consiglio comunale

 

 

di Fabio Buonofiglio

Una tarantella calabrese, o meglio coriglianrossanese. Ed è un ballo tipico regionale che alle latitudini della terza città della Calabria presenta delle varianti piuttosto originali. Vediamo. I ballerini del caso sono il sindaco Flavio Stasi e la sua assessora Anna Maria Turano (insieme nella foto), delegata all’Open government, ai Rapporti coi centri storici e le periferie, all’Avvocatura civica. Nella coppia, la dama in realtà è molto più ballerina del cavaliere, che a ben vedere le regole della cavalleria le conosce assai poco o non le conosce affatto. Approfondiamo.

 

Sì, perché è una tarantella su sette ottavi e dai tempi lunghi, quella che occupa la nostra cronaca odierna. Oltre un mese e mezzo fa, secondo indiscrezioni che da tempo sono il segreto di pulcinella tanto negli ambienti della Giunta e del Consiglio comunale quanto nel resto degli ambienti politici cittadini, il sindaco Stasi avrebbe chiesto all’assessora Turano di rassegnare le proprie dimissioni dall’esecutivo, per evitarsi, lui, lo spiacevole di revocarle l’incarico in Giunta. Da lì, tra i due sarebbe calato una sorta di gelo – altro che ballo caliente – con incontri e colloqui praticamente rarefatti alle “feste comandate”, vale a dire le riunioni di Giunta e qualche altra singolare occasione. Col ballo gelato che sarebbe stato condotto, come si conviene, dallo stesso “cavaliere”. Fin quando, pochi giorni fa, l’assessora non si determina nella propria volontà di presentare una lettera di dimissioni. Mai però finora presentata. Già, ma perché? 

 

Il sindaco Stasi in posa davanti al suo fotografo con espressione imbronciata

 

Secondo qualche beninformato, la Turano, prima di compiere il tarantolato passo, l’avrebbe annunciato al “cavaliere”, il quale l’avrebbe “bloccata” chiedendole – o meglio, ordinandole – d’aspettare ancora un po’. Evidente come Stasi, cavaliere per nulla, ma furbo sceriffo, volesse evitare che la notizia delle dimissioni d’un componente l’esecutivo aprisse a varie forme di “dibattito” che in tali occasioni è naturale, più che usuale. Probabilmente perché il piccolo furbetto autoritario che si (mal)cela dietro la fascia tricolore non è ancora pronto per sostituire la Turano con chi ne dovrebbe prendere il posto in Giunta. Che sarebbe la consigliera comunale Maria Salimbeni, da oltre 5 mesi presidente della tanto ciarliera quanto finora improduttiva Commissione consiliare che prima o poi dovrebbe dare il primo Statuto ed il primo Regolamento al Comune di Corigliano-Rossano. Se la Salimbeni non è pronta – anzi – va da se che neppure Stasi può essere pronto a “promuoverla”.

 

Oggi pomeriggio si riunisce il Consiglio comunale

 

Perciò, la Turano resta inelegantemente “appesa” al passo della tamarra tarantella di Stasi. Ad AltrePagine, infatti, l’assessora smentisce categoricamente le proprie dimissioni ventilate nelle ultime ore da echi di stampa: «Oggi pomeriggio sarò come sempre fisicamente presente alla seduta del Consiglio comunale convocata per le 16 per approvare il Bilancio di previsione, il Documento unico di programmazione ed il Piano triennale delle opere pubbliche»dichiara.

 

La posa di Mauro Mitidieri e Flavio Stasi in una vecchia foto

 

Altre indiscrezioni non confermate di queste settimane riguardano il possibile “dimissionamento” a breve, da parte di Stasi, d’un altro suo assessore: Tiziano Caudullo, con deleghe alla Città europea, alle Politiche per il turismo ed altre. Quest’ultimo e la Turano erano stati scelti dal sindaco quali uomo e donna di propria personale fiducia! Ma mentre la Turano s’era candidata, mettendoci la faccia in campagna elettorale pur non risultando eletta quale consigliere comunale, Caudullo, fino alla sua nomina assolutamente sconosciuto pure ai suoi parenti, veniva presentato dallo stesso sindaco, ai tanti che gli domandavano chi fosse e da dove venisse, come una positiva meteora “gravida” di conoscenze e d’esperienze (?!). Ultima indiscrezione di giornata riguarda la possibile imminente nomina d’un nuovo assessore: Mauro Mitidieri, avvocato rossanese, noto viveur e vecchio amico di Stasi.

direttore@altrepagine.it 

 

 

 

Di admin