Un’altra auto data alle fiamme nottetempo, a Corigliano-Rossano. L’ennesima. Teatro del fatto, come sovente, l’area coriglianese. Erano circa le 2 della notte appena trascorsa quando in Via Giacomo Leopardi, nel centro della popolosissima frazione Scalo, i residenti hanno udito degli scoppi e affacciatisi da balconi e finestre hanno visto le fiamme sprigionarsi alte dall’autovettura interessata.

 

Si tratta di un’Alfa Romeo 159 di proprietà d’un uomo del luogo, Vincenzo Gallo, 55 anni, dipendente della Regione Calabria al Dipartimento della Protezione civile e dirigente sportivo d’alcune squadre locali di calcio. Ovviamente incensurato e persona descritta da chi lo conosce come mite ed assolutamente avulsa da contesti sospetti. La berlina era parcheggiata sotto l’abitazione della stessa vittima. E l’ipotesi più accreditata dell’incendio della sua vettura in piena notte è quella dell’atto criminale doloso.

 

 

Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco del distaccamento cittadino che sono riusciti a salvare la parere posteriore della vettura dalle lingue di fuoco che l’avevano avvolta, e i carabinieri della Sezione operativa radiomobile della Compagnia coriglianese che hanno avviato le indagini del caso.

redazione@altrepagine.it

 

LEGGI ANCHE

Corigliano-Rossano | Incendiata l’auto dell’imprenditore Ungaro 

 

 

 

 

 

 

 

    

Di admin