Doveva essere interrogata stamane in Tribunale a Castrovillari, da parte del giudice per le indagini preliminari, la donna di 69 anni arrestata ieri ed assegnata ai domiciliari a Corigliano-Rossano dai carabinieri per il preteso reato di violenza sessuale su minore.

 

Ma l’insegnante in pensione rossanese, ex moglie d’un importante uomo politico della città da anni divorziata, s’è avvalsa della facoltà di non rispondere. Emerge, però, qualche particolare della presunta vicenda scabrosa che, oltre allo scandalo, nelle ultime ventiquattr’ore sta suscitando reazioni assai contrastanti nel mondo virtuale dei social network.

 

Il Tribunale di Castrovillari

 

Oltre alle segnalazioni al 112 dei carabinieri da parte dei vicini di casa della “viziosa” donna, che denunciavano inequivocabili rumori molesti provenienti proprio dall’appartamento della prof, sarebbe stata infatti formalizzata pure la denuncia da parte del genitore d’un 15enne, lo stesso adolescente trovato dai carabinieri in casa dell’attempata signora.

 

Il minore a quanto pare si recava nell’abitazione della donna per lo svolgimento di lezioni private da circa un anno. E la tresca è probabile andasse avanti da allora. Dallo smartphone della prof, ieri sequestrato dagli uomini dell’Arma della Compagnia rossanese è spuntato un video che ritrarrebbe scene di sesso tra la focosa prof e il prestante ragazzo. Le indagini proseguono. 

redazione@altrepagine.it

 

LEGGI ANCHE

Corigliano-Rossano | Donna matura arrestata per violenza sessuale su minori 

 

 

Di admin