Ecco le scelte nell’Alto Jonio

 

 

di Rossana Lucente

La produzione di un’elaborato interdisciplinare da discutere in videoconferenza sarà l’esame conclusivo del primo ciclo d’istruzione, come stabilito dall’ultima ordinanza del Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca.

 

Gli alunni delle classi terze della Scuola secondaria di primo grado dell’Istituto comprensivo “Corrado Alvaro” di Francavilla/Cerchiara (con sede distaccata a San Lorenzo Bellizzi) e dell’Istituto comprensivo “Giovanni Pascoli” di Villapiana (con sede distaccata a Plataci) si preparano così a realizzare un percorso tematico scritto con illustrazione di mappe, presentazione multimediale, rappresentazione artistica o strumentale (nella foto in apertura un albero fatato ispirato al mondo surreale di Dalì).

 

Bozzetto di moda ispirato ai dipinti di Klimt

 

Gli argomenti scelti vertono su materie classiche, ma anche di attualità come il Coronavirus, la salvaguardia dell’ambiente, la drammaticità delle guerre nel mondo, le dipendenze e le piaghe sociali, i disturbi alimentari, l’integrazione tra le diverse culture e religioni, le discipline sportive, il campo della moda e il mondo magico di Harry Potter.

 

Riproduzione particolari della Guernica di Picasso

 

In sede di scrutinio finale il Consiglio di classe valuterà il rendimento degli alunni nel percorso scolastico dell’anno in corso e del triennio e sulla base dell’attività scolastica svolta in presenza e a distanza, con una valutazione finale che oscillerà da un minimo di sei decimi al voto massimo di 10 decimi accompagnato dalla lode.

redazione@altrepagine.it

 
 

Di admin