di Salvatore Iacoi*

Vorrei partecipare qualche mia riflessione sulla conferenza stampa di ieri sera del presidente del Consiglio dei ministri Giuseppe Conte. Egli ci ha informati del fatto che lui prende ordini dal cosiddetto “comitato scientifico” e poi ce li impone senza nessuna valutazione politica da parte sua. Ci ha riempito ancora una volta la testa che siamo in una fase di pandemia da Covid-19 e alla fine ci ha detto che gli ammalati hanno l’obbligo di restare a casa con i loro familiari. Ma come?!

 

Si impone agli ammalati di stare a casa e poi si dice che quegli stessi ammalati sono solo “infetti”. Ma se sono ammalati infetti da Covid-19, in base a quale norma di buon senso non vengono ricoverati e curati negli ospedali? Qualcuno potrebbe dire che non ci sono posti letto a sufficienza negli ospedali per gli ammalati di Coronavirus, ma io domando a me stesso perché si devono usare gli ospedali, sottraendoli alla loro specifica funzione, oggi quasi inesistente, quando si potrebbero utilizzare reparti specifici possibilmente lontano dagli ospedali? Così facendo si salvaguarderebbe l’assistenza sanitaria ordinaria e contestualmente si potrebbero finalmente utilizzare strutture pubbliche abbandonate da anni, per nobili fini sanitari. Ma, soprattutto, si restringerebbe la libertà personale delle sole persone ammalate.

 

Salvatore Iacoi

 

Invece si continua a sopprimere impunemente la libertà personale dei cittadini italiani sani, in attesa che gli stessi vengono contagiati da quelli ammalati che con loro convivono per disposizione governativa. Vorrei fare un esempio per meglio fissare il mio concetto: se in una mandria di pecore una si ammala e diventa infetta, cosa deve fare il pastore? Allontanare la pecora infetta dal gregge oppure costringere le pecore sane a stare con la pecora infetta? La cosa è davvero pazzesca: il presidente Conte ha scelto per noi imponendoci addirittura anche l’obbligo della museruola. Io provo vergogna per il comportamento del Governo. Ma d’altronde cosa potevamo aspettarci da un Governo composto da partiti che non volevano governare insieme e che poi lo hanno fatto per scongiurare le loro sicure sconfitte…

*Ispettore della Polizia di Stato oggi in pensione

redazione@altrepagine.it

 

LEGGI ANCHE

Dopo 75 anni, il primo 25 aprile senza libertà. E il perché non è affatto scontato…

 

Abbasso il Coronavirus, ma viva sempre la libertà (ancora garantita dalla Costituzione)

 

 

 

 

 

Di admin