di Fabio Buonofiglio

Doveva passare la nottata. È passata, è venuto un nuovo giorno e ne è sorto un altro. Io ci sono ed AltrePagine c’è: noi ci siamo, insomma. Siamo di nuovo qui e ci siamo rimessi al lavoro. Nel frattempo, però, nel giro d’un solo giorno abbiamo accumulato parecchi debiti… di riconoscenza. Già, perché siete stati in tanti, anzi in tantissimi, a farci sentire la vostra solidarietà per il brutto accaduto, la vostra vicinanza umana, il vostro rispetto per il nostro lavoro. Ho scritto rispetto, non adesione. Si può essere infatti d’accordo, meno o per nulla con ciò che scriviamo, con le idee – anche politiche – che esprimiamo, con le parole attraverso le quali le esprimiamo, col nostro modo di fare giornalismo di cronaca nera, giudiziaria, bianca, amministrativa, politica e culturale, ma il rispetto per chi lavora è un fatto importante. E da ieri sappiamo che AltrePagine dal 2011 ha migliaia di lettori rispettosi. Oltre a qualche mela marcia che – in questa sede – non merita neppure una riga di considerazione.

 

Grazie infinitamente ai tantissimi – amici, conoscenti e assoluti sconosciuti – che privatamente sin dalla prima mattinata di ieri ci hanno tempestato di telefonate e messaggi. E grazie di cuore a quanti rappresentano idee politiche tra esse divergenti, culture differenti, lavoro e concezioni del lavoro diverse, che pubblicamente le rappresentano nella nostra società e che hanno inteso di mettere pubblicamente le loro facce vicine alla nostra faccia e al nostro fianco.

 

 

Anche quest’elenco è lunghissimo e speriamo di non dimenticare nessuno: l’assessore regionale Gianluca Gallo, i parlamentari di Corigliano-Rossano Francesco Sapia e Francesco Forciniti, il consigliere regionale Mimmo Bevacqua, l’amministrazione del sindaco di Corigliano-Rossano Flavio Stasi, i gruppi politici della sua maggioranza e il presidente del Consiglio comunale della stessa città Marinella Grillo, gli ex sindaci di Corigliano Calabro Armando De Rosis e Cosimo Esposito, l’ex senatore della Repubblica Franco Pistoia, l’ex parlamentare Giovanni Dima, l’ex consigliere regionale Mario Franchino, il direttore della testata giornalistica Informazione & Comunicazione Matteo Lauria e tutti i suoi colleghi, la testata giornalistica L’Eco dello Jonio tutta e in particolare il collega Marco Lefosse, così come i colleghi Luca Latella de Il Corriere della Calabria e Giacinto De Pasquale del blog Corigliano Informa, il Movimento Corigliano-Rossano Domani, il Partito democratico di Corigliano-Rossano, Forza Italia di Corigliano-Rossano, il Movimento Corigliano-Rossano-Pulita, il Movimento Corigliano-Rossano Futura, i Verdi di Corigliano-Rossano, Rossano in Movimento amici di Beppe Grillo, il Partito della Rifondazione Comunista di Corigliano-Rossano, Sinistra Italiana Calabria e il suo segretario Angelo Broccolo, il Movimento Azione Paludi, la Pro-loco di Rossano, il Movimento Terra e popolo, il Comitato per il ritorno all’autonomia di Corigliano guidato dall’architetto Mario Gallina, il docente universitario Giovanni Ferrari, il sindacato Cgil comprensoriale Sibaritide-Pollino-Tirreno ed il segretario regionale della stessa organizzazione Cgil Angelo Sposato, il sindacato della Cisl provinciale, la Federazione nazionale della stampa italiana nella persona del suo segretario nazionale aggiunto Carlo Parisi, segretario pure del Sindacato giornalisti della Calabria, l’Ordine dei giornalisti della Calabria presieduto da Giuseppe Soluri;

 

 

e ancora: la giunta esecutiva della Federazione nazionale della stampa italiana nella persona di Anna Russo ed il responsabile della stessa Fnsi per la legalità Michele Albanese, il rappresentante della Calabria nell’Osservatorio nazionale sulla legalità sempre della Fnsi Lucio Musolino, il presidente del Circolo della stampa “Pollino-Sibaritide” Mario Alvaro, i colleghi della Gazzetta del Sud Arcangelo Badolati, Giovanni Pastore, Luigi Cristaldi, Emilia Pisani ed Antonella Balestrieri, il collega Pierpaolo Cambareri del canale televisivo LaC News 24, il collega Antonio Alizzi della testata giornalistica Cosenza channell, le colleghe Assunta Scorpiniti, Caterina La Banca ed Erminia Zuccaro, i colleghi Emilio Panio,Cristian Fiorentino, Mimmo Petroni e Pino La Rocca, e poi Franco, Monica ed Antonello Curia e Tonino Iannicelli di Ansa Calabria, le colleghe Erika Crispo e Carla Monaco di Rai Calabria, il collega Fabio Paluccio di Adnkronos Italia, la collega Maria Teresa Improta di Adnkronos Calabria pure nostra ottima collaboratrice, lo scrittore e nostro collaboratore Giuseppe Benvenuto, il collega Giuseppe Savoia de Il Quotidiano del Sud e tanti altri colleghi che hanno tenuto a battere personalmente un colpo. Due ringraziamenti particolari: il primo all’amico ex ispettore della Polizia di Stato Salvatore Iacoi, il secondo al mio fraterno e nostro amico Enzo Reda, il quale nella sola lunga giornata di ieri è riuscito a mettere insieme in calce a un documento politico di solidarietà e vicinanza nei nostri confronti oltre un centinaio di personalità politiche dell’intera Calabria e d’area democratico-riformista, tra essi vari amministratori pubblici, ex sindaci, docenti universitari e professionisti.

direttore@altrepagine.it

 

LEGGI ANCHE

Intimidazione al giornale: stanotte ci hanno incendiato l’auto

 

 

 

Di admin