Un altro s’è registrato pure ad Oriolo

 

 

Registrato nelle ultime ore un nuovo caso di positività al Covid-19 a Corigliano-Rossano. Un dato di fatto che però non deve assolutamente creare allarme perché «si tratta d’un caso abbastanza circoscritto nella cerchia delle persone che erano già sottoposte ad isolamento domiciliare», come confermato da parte del responsabile del Dipartimento di prevenzione, igiene e sanità pubblica dell’Azienda sanitaria provinciale di Cosenza, il dottor Martino Rizzo.

 

«Non preoccupa né dal punto di vista clinico, perché la fase sintomatica s’è quasi conclusa, né dal punto di vista della possibile trasmissione del contagio, perché l’interessato era già in isolamento. Gli arrivi da altre parti d’Italia e dall’estero sono stati e saranno un problema. Il fatto che il nuovo focolaio sia circoscritto è dovuto essenzialmente alla capacità, che il nostro concittadino ha avuto, di rispettare le misure d’isolamento, evitando di coinvolgere nel contagio la sua famiglia. Ritengo, pertanto, che se non ci sarà la positività futura del suo collega di viaggio, anche lui in quarantena, si tratterà d’un caso isolato, che seguiremo fino a negativizzazione».

 

E nella grande città jonica il numero dei casi ancora “attivi” di Coronavirus sale a 35 (dal computo abbiamo escluso le 3 persone decedute e le 2 guarite). Un nuovo caso di positività al virus pure nel piccolo Comune dell’Alto Jonio di Oriolo, dove i contagiati adesso sono 27.

 

Il dottore Rizzo

 

Stazionaria la situazione nel Comune di Bocchigliero, coi casi “attivi” fermi al numero di 19 (qui 2 persone sono decedute). A Cariati resta in piedi 1 solo caso “attivo” (in 2 sono infatti guariti), a Francavilla Marittima 2 (qui s’è registrato 1 deceduto)a Scala Coeli 3a Cassano Jonio 1a Terranova da Sibari 2.

redazione@altrepagine.it

 

LEGGI ANCHE

Coronavirus: ottima “frenata” in tutta la Sibaritide 

 

Di admin