Un 68enne entra in terapia intensiva, ma potrebbero esservi delle guarigioni tra le 4 registrate oggi in provincia

 

 

Un bel colpo di freno. Ben assestato già da diversi giorni. Il Covid-19 o Coronavirus che dir si voglia, pare aver arrestato la marcia nel vasto comprensorio della Sibaritide, 220 mila abitanti. A Corigliano-Rossano, la grande città di quasi 80 mila abitanti posta al centro del territorio e dove nelle scorse settimane s’è contato il numero maggiore di persone infette, la situazione è ferma a 34 casi “attivi” – erano 39, se si considera che 3 persone sono purtroppo decedute e 2 invece sono finalmente guarite – e anche altri tamponi che erano stati effettuati negli ultimi giorni hanno dato tutti esito negativo (di quelli di ieri s’avrà riscontro nei prossimi giorni).

 

Le misure anti-contagio stanno dunque funzionando. Non si può, però, allentare ancora con le stesse misure e coi comportamenti d’estrema cautela, perché il periodo d’incubazione del virus è di 14 giorni e a volte anche più, e perché un affetto da Covid-19 asintomatico può rimanere positivo, e quindi possibile vettore del virus, per diverse settimane.

 

Fermo a 26 il numero dei casi di positività nel picciolo Comune di Oriolo nell’Alto Jonio, la seconda realtà più colpita nella zona che vede ricoverata nel reparto di Malattie infettive dell’ospedale dell’Annunziata di Cosenza pure la sindaca Simona Colotta, di 50 anni, e dove oggi uno degli altri pazienti ricoverati, un consigliere comunale di 68 anni, è stato trasferito da Malattie infettive a Rianimazione dove adesso si trova in terapia intensiva per il peggioramento delle sue condizioni.

 

 

La situazione è sotto controllo pure nel Comune pre-silano di Bocchigliero, dove il numero dei contagiati “attivi” è fermo a 19, perché 2 erano purtroppo deceduti. Nel Comune di Cassano Jonio resta “attivo” 1 caso di positività, 1 pure a Cariati dove 2 persone sono finalmente guarite, in quel di Francavilla Marittima 2 poiché 1 persona è purtroppo deceduta, nel Comune di Scala Coeli 3, e infine i 2 casi di Terranova da Sibari.

 

L’intera provincia di Cosenza nella giornata odierna non ha fatto registrare alcun nuovo caso, ma – ed è questa la buona notizia – ha restituito ben 4 guarigioni. Nei prossimi aggiornamenti sapremo dirvi se qualcuno dei nuovi guariti è residente in uno dei Comuni della Sibaritide interessati dal contagio.

redazione@altrepagine.it

 

LEGGI ANCHE

Coronavirus: guarita una 63enne di Cariati

 

 

 

 

 

 

 

Di admin