Restano 34 i casi positivi “attivi” in città

 

 

Sono risultati tutti negativi i sette test a tampone effettuati durante la giornata di lunedì 6 aprile scorso nei confronti di cittadini residenti a Corigliano-Rossano, sui quali gravava il “sospetto” che avessero potuto contrarre il Covid-19. Gli esiti sono arrivati stamane e recano dunque ottime notizie non solo per loro, ma pure per i loro cari e per il resto della cittadinanza.

 

Pure loro, come i 21 croceristi rientrati in città da Dubai lo scorso 13 marzo i cui risultati dei test sono stati comunicati anche stamane (noi avevamo anticipato la notizia già nella giornata di ieri) possono dunque tirare un sospiro di sollievo. 

 

A Corigliano-Rossano restano per il momento 34 i casi “attivi” di positività al Coronavirus. Tra essi, 24 persone si trovano in isolamento nelle loro abitazioni e quindi in stato di quarantena sanitaria obbligatoria disposta dal sindaco Flavio Stasi su richiesta dei responsabili del Dipartimento prevenzione, igiene e sanità pubblica dell’Azienda sanitaria provinciale di Cosenza, e 10 sono ricoverate in ospedale. Dal computo abbiamo escluso le tre persone decedute e le due persone guarite, una delle quali dimessa giorni addietro dal suo ricovero ospedaliero.

redazione@altrepagine.it 

 

 

 

 

Di admin