Era ricoverato da diversi giorni nell’ospedale di Rogliano perché affetto da Covid-19. Fino alla giornata di ieri le sue condizioni di salute non erano definite preoccupanti da parte dei medici che l’avevano in cura. Stamattina, però, il suo quadro clinico è peggiorato all’improvviso.

Si tratta d’un paziente 81enne, F.E., residente a Corigliano-Rossano ma da qualche mese ospite in una casa di riposo nel Comune dì Bocchigliero, deceduto qualche ora fa. Ed è la terza vittima del Coronavirus che fa registrare la grande città dello Jonio cosentino, dopo i decessi, a distanza di soli due giorni l’uno dall’altro, dell’insegnante 65enne in pensione e della madre 98enne.

 

 

Escludendo i tre decessi ed un uomo guarito nei giorni scorsi, al momento sono 23 i casi complessivi di persone affette da Covid-19 a Corigliano-Rossano: 13 sono in isolamento domiciliare nelle loro abitazioni e 10 ricoverate in ospedale. Sta scendendo, comunque, il numero complessivo delle persone sottoposte allo stato di quarantena sanitaria obbligatoria disposta dal sindaco Flavio Stasi su richiesta dei responsabili dell’Azienda sanitaria provinciale di Cosenza, che fino a tre giorni fa s’attestava a 285. redazione@altrepagine.it

 

LEGGI ANCHE

Coronavirus, oggi Sibaritide “pulita”: zero contagi

 

 

 

Di admin