63 i casi complessivi, 20 dei quali ricoverati in ospedale, 2 guariti, 4 deceduti e 37 in isolamento domiciliare

 

 

Secondo il bollettino diffuso dall’Azienda sanitaria provinciale di Cosenza, oggi risulta un solo contagiato in più, nell’intera provincia. Si tratta d’un cittadino residente nel Comune di Colosimi. Nessun nuovo caso, dunque, s’è registrato in giornata nella grande città di Corigliano-Rossano e nel ben più vasto comprensorio della Sibaritide com’essa affacciato sullo Jonio. L’attuale situazione nel territorio sibarita è stata descritta poco fa da parte del direttore del Dipartimento di prevenzione, igiene e sanità pubblica dell’Asp Martino Rizzo:

 

«Nell’area jonica abbiamo avuto complessivamente fino ad oggi 63 casi: di questi 20 sono ancora ricoverati, 2 sono stati dimessi guariti, 4 sono deceduti, ed i restanti 37 sono in isolamento domiciliare. In stato di quarantena sanitaria obbligatoria si trovano circa 350 persone. Di queste un centinaio soltanto sono quelle da tenere sotto attenta osservazione, perché contatti di positivi o di malati.

 

Il dottore Rizzo

 

Per il resto, 140 sono quarantene per rientro da fuori regione, e poco meno di 110 quelle imposte ai “disubbidienti”, quelli a cui piace andare a spasso senza motivo. Domani avremo i risultati dei tamponi effettuati nell’Alto Jonio e nella Sibaritide; sempre domani sarà una giornata importante per Bocchigliero, perché andremo a verificare gli effetti delle misure attuate dall’amministrazione comunale (e dall’Asp) per contenere l’epidemia». redazione@altrepagine.it

 

LEGGI ANCHE

Corigliano-Rossano | Coronavirus: ancora un “caso” positivo (sono 24) 

 

 

 

Di admin