S’è beccato una sanzione amministrativa da 400 euro e un richiamo da parte dei carabinieri della locale Stazione, trovatisi – forse stavolta loro malgrado – a dover applicare la legge per preservare l’incolumità di tutti in ossequio ai decreti del Governo ed alle ordinanze regionali e comunali in materia di misure atte al contenimento del contagio da Covid-19, il Coronavirus.

 

Il protagonista involontario è un sacerdote, don Domenico Cirigliano, 76 anni (foto)parroco di Rocca Imperiale, l’ultimo Comune dell’Alto Jonio cosentino sotto la “giurisdizione” della Curia vescovile di Cassano Jonio.

 

 

Don Domenico era sceso in strada in processione solitaria col crocefisso in mano. La sua Via Crucis non era però stata autorizzata da nessuno… redazione@altrepagine.it

 

 

 

Di admin