Aveva intrattenuto una relazione sentimentale per quattro anni con una ragazza del luogo. Un rapporto interrotto nel febbraio del 2019. Ma oggi è finito agli arresti domiciliati per stalking. Ad arrestare il presunto persecutore è toccato ai poliziotti del Commissariato di Corigliano-Rossano, i quali hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare  emessa dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Castrovillari su richiesta della locale Procura.

Si tratta di F.S., un 40enne residente in contrada Piragineti di Corigliano-Rossano. Nel novembre scorso la ex aveva presentato una querela nei suoi confronti, dal momento che lo stesso, non accettando la fine della relazione, aveva assunto ripetuti comportamenti minatori e violenti al proprio indirizzo.

 

Le indagini effettuate dagli stessi poliziotti hanno permesso d’acclarare la condotta ossessiva e maniacale del 40enne nei confronti della donna, con atti che ingeneravano un grave timore per la sua incolumità, portandola a modificare radicalmente le abitudini di vita quotidiana.

 

Misura cautelare emessa dal gip del Tribunale di Castrovillari, su richiesta della Procura, e notificata dagli stessi poliziotti del locale Commissariato, pure nei confronti del 22enne G.M.N., di Corigliano-Rossano. Per lui divieto d’avvicinamento e di contatto con un familiare convivente, il quale s’era visto costretto a denunciarlo a causa di continui atteggiamenti violenti e minacciosi tenuti allo scopo di potersi procurare i soldi che gli erano necessari all’acquisto di droga. Una condotta, quella del 22enne, che nel tempo ha ingenerato nella vittima fondati timori non solo per la propria incolumità, ma pure per quella d’un altro familiare.

 

Di admin