Il 24enne del luogo Emanuele Pucci ha ingranato la marcia alla vista della pattuglia. Con lui un minorenne

 

 

Rocambolesco inseguimento di un’auto con a bordo due giovani sospetti da parte dei carabinieri. È accaduto nella tarda serata di venerdì per le strade dello Scalo coriglianese a Corigliano-Rossano. Il guidatore dell’auto inseguita, un’utilitaria Toyota Yaris, alla vista d’una pattuglia dell’Arma, avendo più di qualcosa da nascondere e per evitare d’essere fermato, s’è lanciato a folle velocità per le vie dello Scalo in quel momento gremite da persone a piedi. L’inseguimento è cominciato intorno alle 23 in contrada San Francesco, quando la piccola vettura che procedeva con fare sospetto ha cambiato repentinamente direzione quando il giovane guidatore s’è accorto della presenza dei carabinieri. Sirene e lampeggianti in direzione di Piazza “salotto”, dove la Yaris a folle velocità ha scansato pedoni ed autovetture, rischiando più volte di colpirli. Poi in Via Fontanelle, in Via Nazionale, in Via Walt Disney, verso la frazione marina di Schiavonea.

All’altezza di Via Provinciale l’auto inseguita ha cambiato direzione a causa d’un posto di blocco degli stessi carabinieri, imboccando Via di Santa Lucia, dove è stata bloccata da tre pattuglie dell’Arma. Perquisita la vettura, nel portaoggetti centrale, sotto l’autoradio, sono spuntati un cofanetto metallico con una dose già confezionata di marijuana del peso complessivo d’un grammo, tre tritaerba, del materiale da confezionamento e taglio della sostanza stupefacente e due coltelli a serramanico. Materiale ovviamente sequestrato coi due giovani condotti in caserma.

 

Il conducente, Emanuele Pucci, 24enne coriglianese con precedenti per reati contro il patrimonio, ed il passeggero, un 17enne incensurato anch’egli coriglianese, sono stati denunciati per resistenza a pubblico ufficiale, possesso ingiustificato d’armi e detenzione di sostanza stupefacente finalizzata allo spaccio. Il minorenne è stato affidato ai genitori, increduli dell’accaduto.

 

Durante le serate del week-end, inoltre, la massiccia presenza di pattuglie dei carabinieri ha consentito di controllare circa 80 autovetture e 120 persone, con diverse contravvenzioni per violazioni gravi al codice della strada quali la mancata copertura assicurativa ed il contestuale sequestro amministrativo del veicolo, e guida sotto l’effetto di sostanze alcoliche. Fermato un 50enne del luogo con un tasso di alcol nel sangue superiore ai 2 grammi per litro: per lui è scattata la denuncia e la confisca dell’auto.

 

Di admin