Durante la seduta di ieri è stato approvato il Bilancio consolidato del 2018

 

 

Nella serata di ieri s’è tenuta la quarta seduta del Consiglio comunale di Corigliano-Rossano, nell’aula consiliare rossanese. L’assemblea civica è stata aperta dalla presidente Marinella Grillo col saluto a nome dell’intero consesso civico al nuovo segretario generale del Comune Paolo Lo Moro. Subito dopo ha preso la parola il consigliere e già candidato a sindaco Giuseppe Graziano, per annunciare che l’intera minoranza avrebbe votato contro la deliberazione sull’approvazione dei verbali delle sedute precedenti, che comunque sono stati approvati. Poi s’è passati alle previste comunicazioni del sindaco Flavio Stasi (foto in alto)

il quale ha dato l’ufficiale benvenuto al segretario comunale Lo Moro «per il ruolo importante che avrà in futuro per un processo unico nella storia del Meridione, ovvero l’unione tra le due comunità cittadine». Il primo cittadino ha poi ringraziato tutti i consiglieri comunali per aver accolto la propria richiesta di far slittare alla seconda convocazione la seduta consiliare originariamente prevista per lunedì, in considerazione del fatto che lo stesso sindaco quel giorno era impegnato in una riunione convocata d’urgenza sull’emergenza rifiuti nella provincia di Cosenza in conseguenza dei debiti dei Comuni dell’Ambito territoriale omogeneo nei confronti della Regione Calabria per i costi dei trasferimenti dei rifiuti solidi urbani nelle discariche regionali. Stasi ha pure rassicurato sulla certezza del trasferimento al Comune da parte del Governo nazionale dei fondi previsti per l’avvenuta fusione tra gli oramai ex Comuni di Corigliano Calabro e di Rossano: «Non ci dovrebbero essere problemi, al Governo va il merito per aver adempiuto il proprio compito».

 

L’assessore Palermo relaziona al Consiglio sul Bilancio consolidato

 

Dopo l’intervento del sindaco è cominciata la trattazione dell’importante punto relativo al Bilancio consolidato per l’annualità 2018, con la relazione dell’assessore al ramo Giovanni Palermo e poi del segretario generale Lo Moro che detiene ad interim la dirigenza del Settore finanziario dell’ente. Alle due relazioni hanno fatto seguito vari interventi dei consiglieri comunali, in particolare dai banchi delle minoranze, ma pure da quelli della maggioranza che sostiene il sindaco Stasi e la propria giunta. Durante l’intera seduta consiliare più volte è intervenuto sulle varie questioni, in modo polemico, il consigliere d’opposizione e già candidato a sindaco Gino Promenzio. Il Bilancio consolidato 2018 alla fine è stato approvato coi voti della sola maggioranza: i consiglieri di minoranza eletti con Promenzio si sono astenuti, mentre quelli eletti con Graziano hanno votato contro il documento deliberativo. Sono state poi istituite le sette Commissioni consiliari permanenti, che risultano così composte:        

 

1. Affari generali e istituzionali

Domenico Rotondo – Mattia Salimbeni – Rocco Gammetta – Adele Olivo – Aldo Zagarese

 

2. Bilancio

Maria Salimbeni – Antonio Cassano – Mattia Salimbeni – Vincenzo Scarcello – Gino Promenzio

 

3. Urbanistica e Lavori pubblici

Salvatore Tavernise – Achiropita Scorza – Antonio Cassano – Rosellina Madeo – Costantino Baffa

 

4. Strategia ed Integrazione

Alessia Alboresi – Biagio Frasca – Rocco Gammetta – Rosellina Madeo – Gennaro Scorza

 

5. Ambiente

Liliana Zangaro – Biagio Frasca – Isabella Monaco – Francesco Madeo – Gennaro Scorza

 

6. Servizi alla persona

Cesare Sapia – Isabella Monaco – Pietro Mingrone – Giuseppe Graziano – Adele Olivo

 

7. Attività produttive

Achiropita Scorza – Piersalvino De Gaetano – Pietro Mingrone – Aldo Zagarese – Costantino Baffa

 

Il consigliere Promenzio durante uno dei suoi interventi

 

I presidenti delle sette Commissioni saranno eletti in seno alle stesse in apertura della prima seduta d’ognuna d’esse. La prevista discussione e la relativa approvazione della mozione sull’autonomia differenziata delle Regioni proposta dal gruppo consiliare “Corigliano-Rossano pulita” è stata rinviata alla prossima seduta consiliare. L’assise civica ha infine approvato un ordine del giorno proposto dai consiglieri Aldo Zagarese, Gino Promenzio, Rosellina Madeo e Francesco Madeo, contenente l’appello della “Rete città in comune” per fermare l’invasione della Siria da parte della Turchia.

 

Intervento del consigliere Giuseppe Graziano

 

 

Di admin