Escalation d’inaudita violenza per strada ed in pieno centro urbano a Cassano Jonio. Dove un uomo ha aggredito, sferrandole dei pugni in pieno volto, la propria ex compagna. È accaduto nel pomeriggio di ieri. La violenza dell’uomo, che avrebbe potuto avere ben più gravi conseguenze, è stata fermata dai carabinieri. Il fatto è accaduto in strada, lungo la centralissima Via Municipio. Sono stati gli stessi militi della locale Tenenza dell’Arma, di passaggio, ad accorgersi della feroce aggressione in atto da parte dell’uomo nei confronti di quella donna, che era riversa a terra col volto tumefatto e pieno di sangue.

A poca distanza il responsabile del pestaggio, immediatamente fermato e identificato. L’uomo continuava a minacciare di morte e ad urlare contro la donna. Gl’immediati accertamenti effettuati sul posto, anche sentendo diversi testimoni che avevano assistito alla terribile scena, hanno consentito agl’investigatori di ricostruire i fatti, a partire dal dato che la vittima era l’ex compagna dell’aggressore.

 

La relazione di coppia era terminata pochi mesi fa. Un rapporto durato quasi quattro anni, ma improntato su continue violenze fisiche e verbali dell’uomo verso la compagna, tanto che la vicenda era tristemente nota agli stessi carabinieri che avevano già raccolto dalla donna diverse denunce per atti persecutori, relazionandone i magistrati della Procura di Castrovillari che avevano aperto un procedimento penale nei suoi confronti le cui indagini preliminari si sono concluse proprio in questi giorni per i reati di stalking e lesioni. In ultimo la cruenta aggressione di ieri: la donna che era andata a trovare un parente, di ritorno a piedi verso casa veniva avvicinata dall’ex, R.B., 50enne originario di Francavilla Marittima ma da tempo residente a Cassano e piuttosto noto negli ambienti investigativi. Alla vista dell’uomo la vittima aveva cercato invano una disperata fuga, ma era stata raggiunta dall’aggressore che l’aveva afferrata per i capelli scaraventandola a terra e, dopo essersi seduto su di lei, l’aveva colpita con diversi pugni al volto.

 

Trasportata d’urgenza al Pronto soccorso di Trebisacce, alla vittima della brutale aggressione sono stati refertati 25 giorni di prognosi per le numerosi ecchimosi e contusioni sul volto e sulla bocca. L’uomo è stato condotto in carcere. 

 

 

 

Di admin