È stato respinto il ricorso contro lo scioglimento del Consiglio comunale di Cassano Jonio. La prima sezione del Tar del Lazio (presidente Ivo Correale) ha infatti rigettato il ricorso che era stato presentato da parte dell’ex sindaco Gianni Papasso, dai consiglieri della maggioranza e da quattro assessori

rappresentati e difesi dagli avvocati Franco Gaetano Scoca, Antonio Senatore e Vittorio Cavalcanti, teso ad ottenere l’annullamento del decreto del Presidente della Repubblica del 24 novembre del 2017 con cui era stato disposto lo scioglimento del Comune per presunti condizionamenti della criminalità organizzata.

 

Il 21 novembre scorso, in udienza pubblica, i giudici della prima sezione del Tar del Lazio avevano esaminato nel merito la questione dopo che il 28 febbraio scorso la stessa prima sezione del collegio, nel corso dell’udienza di camera di consiglio, aveva deciso di non concedere la sospensiva e di rinviare la discussione nel merito al 21 novembre scorso. Ieri la pubblicazione della sentenza con la quale è stato disposto il rigetto del ricorso e la compensazione delle spese.

 

 

Di admin