Non capita tutti giorni di vedere un vescovo entrare con disinvoltura in un bar e non per consumarvi velocemente un caffè, bensì per trascorrere del tempo coi giovani, abituali frequentatori di quello stesso locale.

Accade alla marina di Amendolara, dove il vescovo della Diocesi di Cassano Jonio, monsignor Francesco Savino, s’è reso protagonista d’un singolare evento, accompagnato da alcuni sacerdoti, dal sindaco del paese Antonello Ciminelli e dai componenti la sua amministrazione comunale. È stato un apericena – come s’usa dire oggi – quello tenutosi presso il Cafè 711 che ha praticamente richiamato nel locale l’intera comunità amendolarese.

 

Il prelato, guida spirituale e non solo della Chiesa cassanese, ha colto l’occasione per presentare la lettera pastorale che ha scritto proprio ai giovani della Diocesi, che nella circostanza è stata distribuita a tutti tra ragazzi che sorseggiavano birra, bambini che mangiavano patatine e gente che entrava ed usciva. Il Pastore ha parlato a tutti e con tutti, toccando vari argomenti e stimolando i presenti sui temi dell’amore, della famiglia, del rispetto dell’altro, e sul senso della vita. E ricevendo in cambio pensieri schietti su una Chiesa in evidente difficoltà ad attrarre il suo gregge ma rincuorato dalla presenza di Dio nel cuore della gente, con la consapevolezza però d’incanalare questi sentimenti, spesso confusi, sui sentieri dell’Eucarestia: «Cari giovani, c’è qualche potere che vi vuole ignoranti, ma voi dialogate sempre con tutti e date un senso alla vostra vita, cercate l’amore vero: solo così terrete lontana da voi la depressione».

 

Un vero mattatore della serata monsignor Savino, che ha raccolto le opinioni un po’ di tutti i presenti, accettando provocazioni ma allo stesso tempo alzando la voce per incitare alla bellezza ed alla contestazione consapevole: «Rispettate sempre i vostri genitori, i vostri nonni, e sappiate distinguere bene i regali dai doni. Il dono non vuole nulla in cambio. Gesù Cristo ha donato la sua vita per noi e non ci costringe a seguirlo. La fede è un amore gratuito. Doniamo il nostro cuore a Dio»

 

 

Di admin