A dispetto della pioggia battente di questa notte che ha semi-alluvionato in lungo e in largo l’intero territorio comunale di Corigliano Rossano, indomiti e tracotanti sono tornati all’azione i piromani d’automezzi.

Altri tre, infatti, sono stati divorati dalle fiamme nella zona della popolosa frazione di Cantinella. In una guerra che non ha soluzione di continuità. Già, perché nel giro di poco più di 72 ore il drammatico bilancio è di ben 12 automezzi andati carbonizzati per mano incendiaria. Tutti con targa straniera. Sul posto sono intervenuti i Vigili del fuoco del distaccamento di Rossano.

 

È in atto una vera e propria guerra tra bande di caporali per il monopolio nella gestione del trasporto dei braccianti funzionali alla raccolta delle clementine, perlopiù manodopera di nazionalità straniere. Una guerra combattuta in modo subdolo quanto violento. Delinquenziale. Indagano i carabinieri della Compagnia di Corigliano, e l’ipotesi investigativa prevalente è proprio quella connessa alla lotta per l’accaparramento del trasporto della manodopera straniera.

 

LEGGI ANCHE

Corigliano Rossano: dieci mezzi in fiamme, è guerra tra “caporali” 

 

 

 

 

Di admin