Questa mattina all’alba i poliziotti del Commissariato di Corigliano Rossano hanno tratto in arresto un uomo per maltrattamenti in famiglia, minacce e lesioni a pubblici ufficiali.

Si tratta di A.J., cittadino marocchino di 40 anni, il quale avrebbe spaventato la sua ex moglie con una serie di minacce. Con una telefonata pervenuta nella notte al 113 i poliziotti sono intervenuti a seguito d’una richiesta di soccorso da parte d’una donna la quale, in lacrime e terrorizzata, segnalava che il proprio coniuge, non più convivente, stava cercando di sfondare il portone d’ingresso dell’abitazione in cui vive coi genitori.

Arrivati sul posto, i poliziotti hanno notato l’uomo mentre cercava di forzare il portone d’ingresso con una spranga metallica minacciando d’uccidere la moglie. L’uomo, in evidente stato d’agitazione, avvedutosi della presenza degli agenti, avrebbe intimato loro d’allontanarsi minacciandoli di morte con la base in ferro zincato d’un ombrellone, tipico dei venditori ambulanti, e l’avrebbe poi scagliato con violenza contro di loro colpendoli.

Gli agenti sono riusciti a bloccare l’uomo ponendolo in sicurezza, ammanettandolo ed impedendogli di sfondare la porta e quindi di raggiungere l’ex, la quale, affacciatasi dal balcone continuava a chiedere aiuto. Il marocchino, fermato, è stato accompagnato in Commissariato. Dove la vittima, dopo aver raccontato di pregressi episodi di violenza perpetrati a suo danno da parte del marito, ha sporto denuncia. Dell’avvenuto arresto è stato subito informato il sostituto di turno presso la Procura di Castrovillari, che ne ha disposto la traduzione in carcere.

 

Di admin