Sale la febbre politica a Corigliano Rossano in vista dell’orizzonte elettorale per le prime Comunali della nuova grande città nata dalla fusione delle due già grandi realtà urbane. Un termometro la cui colonnina di mercurio s’impenna persino tra quanti proprio sull’oramai avvenuta fusione tra gli ex Comuni di Corigliano Calabro e Rossano sono stati nettamente contrari anche attraverso l’impegno pubblico a favore delle tesi del “No” quando, poco meno d’un anno fa, le cittadinanze delle due realtà oggi unite furono chiamate ad esprimere il loro voto nel referendum popolare del 22 ottobre che suggellò di fatto la fusione tra i due enti prevista da una legge approvata dal Consiglio regionale della Calabria.

E tra i contrari alla fusione – sul fronte coriglianese – vi sono stati l’ex sindaco Giovanni Battista Genova – attuale direttore del distretto sanitario Jonio Nord ed esponente del Partito democratico – ed il suo ex assessore Leonardo Antonio Zangaro (foto), ex Pd. I quali, secondo insistenti indiscrezioni che ci giungono in redazione, adesso sarebbero impegnati in un progetto politico proiettato a partecipare con una o più liste civiche alla contesa elettorale che da qui a poco è destinata ad entrare nel vivo facendo scoprire le carte ancora piuttosto coperte da parte di partiti e movimenti politici.

Un progetto, quello in cui si ritroverebbero Genova e Zangaro, che vedrebbe come regista dell’ipotetica futura operazione elettorale, la figura di Mauro Nucaro, imprenditore nel settore dell’energia eolica originario del piccolo Comune di Terravecchia, nell’entroterra del Basso Jonio cosentino, ma da qualche tempo stabilitosi a Corigliano, e presidente della società calcistica coriglianese per la quale ha di recente commissionato l’elaborazione d’un ambiziosissimo progetto finalizzato alla ristrutturazione dello stadio comunale “Città di Corigliano” di contrada Brillìa ed alla sua trasformazione in un nuovo grande stadio da 15mila posti. Il cui progettista – manco a dirlo – è proprio l’architetto Zangaro.

E potrebbe essere proprio la figura dell’ex assessore ai Lavori pubblici coriglianese dei primi anni Duemila con l’ex sindaco Genova ad incarnare il ruolo di candidato a sindaco della nuova città di Corigliano Rossano. Il suo nome è infatti sempre più ricorrente nelle indiscrezioni politiche in chiave elettorale di queste ultime settimane. Al centro di contatti telefonici e d’incontri più o meno ristretti e finalizzati a far nascere un “qualcosa”, tipo un movimento civico attraverso cui canalizzare partecipazione, forze ed impegno politico proprio in previsione dell’appuntamento elettorale comunale della prossima tarda primavera.

L’ipotetico nascente movimento potrebbe vedere sostegno e partecipazione da parte d’alcuni ex consiglieri comunali coriglianesi di diversa estrazione politica, come pure d’alcuni noti imprenditori coriglianesi per loro consuetudine vicini agli ambienti politici. Zangaro sarà candidato a sindaco? Chi vivrà, vedrà se succederà… 

 

                            

Di admin