Prediligono trafugare soldi, che distraendo cassiere e commesse prelevano dalle casse dei negozi nei quali si recano per un apparente shopping, e le numerose volte in cui ciò non è per loro impresa facile lo diventa invece introdursi con mani di velluto all’interno delle borse delle stesse cassiere e commesse ove prelevano portafogli, smartphones ed altro. Quando riescono, però, non disdegnano affatto di rubare capi d’abbigliamento anche piuttosto costosi, ed altra merce.

Sono le componenti della “Banda bassotti” al femminile (almeno tre) che da qualche tempo imperversa tra le due realtà urbane della grande città di Corigliano Rossano e i numerosi altri centri urbani della Sibaritide.

Potevano non avere lasciato il segno del loro passaggio tra i tanti negozi del centro commerciale “I Portali”? Certo che no.

E infatti no. Ecco alcune sequenze delle videoregistrazioni interne al negozio d’abbigliamento Original Marines dello scorso 20 agosto. Ce le ha fornite il titolare dell’esercizio commerciale, il commerciante rossanese Serafino Capalbo, il quale ha già provveduto a denunciare ai carabinieri – fornendo agli stessi investigatori l’intero file prodotto dalle riprese delle telecamere del proprio frequentato negozio – il furto del portafogli d’una propria dipendente, contenente contante pari a poco più d’una trentina d’euro, ma anche documenti quali carta d’identità e patente di guida, una carta di credito ed altri effetti personali.

Insomma, in questi giorni si sta scoperchiando il loro “bel” vaso di Pandora. E speriamo vengano identificate ed acciuffate al più presto. 

LEGGI ANCHE

[FOTO]Corigliano Rossano: ladre in presa diretta all’ottica Martucci

  

Di admin