I dettagli della sua cattura saranno resi noti nel corso d’una conferenza stampa che si terrà alle 10 di stamane presso la Questura di Cosenza, ma Luigi Abbruzzese, 29 anni, figlio del boss Francesco Abbruzzese alias Dentuzzu, oggi ritenuto il capo indiscusso del locale ‘ndranghetista degli zingari di Cassano Jonio e delle sottoposte ‘ndrine di Corigliano Rossano, ha visto finire la propria latitanza durata tre anni e mezzo ed ora è in cella.

Luigi Abbruzzese era stato da tempo inserito nell’elenco dei ricercati più pericolosi d’Italia. L’arresto è stato effettuato all’alba di oggi proprio nel suo “regno”, a Cassano Jonio, dai poliziotti del Servizio centrale operativo e delle squadre mobili di Cosenza e di Catanzaro, col supporto della Scientifica.

Condannato in appello a 20 anni per traffico di droga e destinatario d’una misura cautelare sempre per droga, era sfuggito alla cattura il 16 febbraio del 2015 durante l’operazione antimafia denominata Gentleman. Al momento della cattura il presunto boss aveva con se due pistole, munizioni ed un documento d’identità falso.

 

 

Di admin