Serata di Ferragosto con botte da orbi a Schiavonea, la già popolosa e in questi giorni estivi popolatissima marina di Corigliano Rossano. Due diversi episodi violenti hanno richiesto l’intervento di sanitari e forze dell’ordine. Verso le 20,30 lungo la centralissima arteria stradale di Viale Salerno, due uomini, a causa di un diverbio per una mancata precedenza stradale, sono venuti alle mani, complice probabilmente anche gli eccessi alcolici della giornata festiva.

Dalla lite dapprima soltanto verbale ne è infatti scaturita una colluttazione fisica. Una delle due persone coinvolte, quando sembrava fosse ritornata la calma, per paura dell’arrivo dei carabinieri prontamente allertati da qualcuno ed anche a causa dell’arrivo dei parenti del rivale, si è dato alla fuga investendo l’altro mentre si trovava a bordo della sua moto, provocandone la caduta a terra. Tanto spavento per le tante persone richiamate dal trambusto ed accorse sul posto, ma per il motociclista per sua fortuna soltanto qualche abrasione causata dall’impatto con l’asfalto a seguito della caduta. Soccorso e curato dai sanitari del 118, prontamente intervenuti così come i carabinieri della Compagnia coriglianese.

E soltanto qualche ora più tardi, nei pressi della centralissima Piazzetta Portofino, altri due uomini, entrambi di nazionalità senegalese e da tempo residenti bel popoloso borgo marinaro, al culmine di un violento litigio sono passati dalle parole alle vie di fatto. I due hanno cercato attraverso pugni e calci di portare avanti le loro rispettive “ragioni”, quando all’improvviso uno dei due ha estratto una pistola (non è ancora chiaro se un’arma vera oppure un giocattolo) minacciando l’altro e chiudendo così la contesa. La rissa tra i due stranieri ha molto allarmato i passanti e gli avventori dei tanti locali che insistono nella piazzetta e nelle immediate vicinanze. Sul posto sono giunti i carabinieri della Compagnia coriglianese ed alcune ambulanze del 118. Sedati gli animi, i due stranieri che se le erano date sono stati entrambi medicati per le escoriazioni riportate.

 

Di admin