Il Tribunale amministrativo regionale di Catanzaro ha accolto il ricorso proposto dalla ditta E-Log Srl, difesa dagli avvocati Nicola Carratelli e Giuseppe Carratelli jr. del foro di Cosenza, contro il Comune di Cariati e la ditta Ecology green Srl di Corigliano Rossano. Proprio per tale vicenda, e per ipotesi di reato inerenti la turbata libertà nella scelta del contraente, nelle scorse settimane la Guardia di finanza aveva dato esecuzione ad un’ordinanza applicativa di misure cautelari emessa dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Castrovillari Carmen Ciarcia, nei confronti della sindaca di Cariati Filomena Greco (foto) – sospesa dalla carica con divieto di dimora a Cariati ed a Corigliano Rossano – di due funzionari comunali che s’erano occupati delle pratiche amministrative relative all’affidamento del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti solidi urbani a Cariati, e di due amministratori della ditta Ecology green Srl affidataria del servizio.

In realtà la procedura di gara aveva già destato qualche sospetto prima dell’emissione del provvedimento del gip di Castrovillari: la E-Log Srl, infatti, pur avendo presentato l’offerta migliore, era stata immotivamente esclusa, con conseguente affidamento dell’appalto alla Ecology Green Srl, a costi maggiori rispetto a quelli offerti dalla E-Log Srl. Quest’ultima ditta aveva quindi proposto ricorso al Tar per far valere le proprie ragioni. I giudici amministrativi, aderendo alle tesi prospettate dagli avvocati Carratelli all’udienza del primo agosto scorso, hanno sancito l’illegittimità della determinazione del responsabile dell’area tecnica del Comune di Cariati attraverso la quale era stata disposta l’esclusione della società E-Log Srl dalla procedura di gara per l’affidamento del servizio, ed era stata disposta l’aggiudicazione della gara stessa in favore della seconda classificata, la Ecology Green Srl, poichè corredata da una motivazione deficitaria, non essendo state esplicitate le ragioni che hanno indotto l’amministrazione comunale cariatese a disattendere la proposta d’aggiudicazione del servizio formulata in favore della E-Log Srl dalla Commissione di gara.

Adesso il Comune dovrà attenersi alla decisione pronunciata dal Tar, ovvero procedendo nuovamente all’aggiudicazione dell’appalto, tenendo in considerazione la migliore offerta per il servizio di gestione del servizio, così privilegiando l’interesse pubblico.

LEGGI ANCHE

Cariati, applicata la “Severino”: sindaca sospesa. Il pm ne aveva chiesto l’arresto

Un intreccio perverso tra politica ed affari: iGreco ed Ecology green

Appalto rifiuti: divieto di dimora per la sindaca di Cariati 

 

 

 

 

 

Di admin