Ignoti forzano la finestra d’un magazzino, vi penetrano e v’appiccano fuoco. E un boato in piena notte, la scorsa notte, ha svegliato l’abitato di contrada Colucci, zona di campagna precollinare ricadente nel piccolo comune albanofono di San Giorgio Albanese ma ad un tiro di schioppo dall’area urbana della Città di Corigliano Rossano, dove sono andati completamente distrutti nel pauroso incendio un’autovettura (foto) ed un trattore. Il magazzino preso di mira è ubicato proprio sotto l’abitazione della vittima

un imprenditore agricolo del posto, G. F., di 54 anni. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco del Distaccamento di Rossano cui è toccata una faticosa operazione di spegnimento del rogo e di messa in sicurezza del magazzino, dell’abitazione rurale e delle pertinenze, ed i carabinieri della Compagnia di Corigliano che hanno immediatamente avviato le indagini finalizzate a risalire agli autori del raid, un’azione eclatante e di chiara matrice intimidatoria.

Indecifrabile il possibile movente degl’incendiari. Stretto il riserbo da parte degl’investigatori dell’Arma che hanno sentito la vittima ed i propri familiari.

A ben vedere, considerati i fatti di cronaca che si stanno susseguendo in queste ultime settimane, la criminalità nell’area urbana della neonata Città di Corigliano Rossano ha prepotentemente rialzato la testa. 

 

 

Di admin