Sarebbe stato identificato e fermato poco fa dalle forze dell’ordine, con l’accusa d’omicidio colposo aggravato, il pirata della strada che nella serata di ieri ha investito ed ucciso il ciclista d’origine africana lungo il tratto della Strada statale 106 jonica che attraversa la Città di Corigliano Rossano tra le contrade Brillìa e Torricella a pochi metri dallo svincolo per l’area portuale di Schiavonea

Pirata investe e uccide un ciclista sulla 106

Si tratterebbe d’un 56enne italiano residente proprio nella popolosa frazione marina di Schiavonea. La notizia al momento non viene ufficialmente confermata, nè smentita. L’uomo fermato sarebbe il proprietario, e sarebbe stato alla guida ieri sera, dell’Alfa Romeo 147 di colore nero che avrebbe investito il povero ciclista immigrato.

I segni e le ammaccature sulla carrozzeria della vettura lascerebbero pochi dubbi, poiché compatibili con le condizioni del rottame di bicicletta ritrovato sul ciglio stradale dai carabinieri della Compagnia di Corigliano vicino al ciclista rimasto ferito in modo gravissimo e spirato poco dopo il soccorso del 118 in ospedale. Non solo. L’autovettura dell’incriminato, infatti, sarebbe risultata sprovvista di copertura assicurativa per il risarcimento civile in caso di sinistri.

L’uomo fermato avrebbe dichiarato di non avere visto, durante la propria marcia, l’immigrato in bicicletta lungo la carreggiata stradale e di non essersi accorto dell’urto. 

 

 

 

 

Di admin