S’è rivelato un pomeriggio di riflessioni alternative quello di venerdì 18 maggio scorso presso l’“Eat rock cafè” di Corigliano Scalo, a Corigliano Rossano. Dove un tavolo di qualificati relatori ha presentato il libro dal titolo “I giorni dell’ira – manifesto del disagio sociale”, scritto e pubblicato da Antonio Piccoli, avvocato coriglianese cimentatosi in una prova d’esordio letterario mentre viveva un’esperienza che gli ha segnato la vita, quella del carcere.

Un’opera difficile quella di Piccoli, in cui trovano spazio temi sociali, sociologici e politici piuttosto complessi e sui quali sono stati chiamati a discutere Angelo Broccolo, medico noto per il suo forte impegno politico e sociale nel comprensorio della Sibaritide e nell’intera Calabria, Fabio Buonofiglio, giornalista e direttore di AltrePagine, Pina De Martino, dirigente scolastica dell’Istituto industriale statale di Corigliano Rossano “Ettore Majorana”, Antonio Passerini, avvocato di Corigliano Rossano, e Laura Pantano, anch’ella avvocato di Corigliano Rossano. Davanti a un folto ed interessato pubblico, i cinque relatori hanno offerto, ognuno da angolature ed ottiche differenti, spaccati di riflessioni anticonformiste, spaziando dalle diseguaglianze sociali da sempre esistenti nel mondo e in Italia – e al giorno d’oggi notevolmente accentuatesi – al sistema di giustizia italiano, dal rapporto tra giustizia e poteri economico-politici al sistema ed all’ordinamento penitenziari, dalla vita vissuta nelle carceri ai principi della rieducazione della pena e del reinserimento sociale degli ex detenuti, dal giusto processo alla spettacolarizzazione della giustizia attraverso i processi mediatici in televisione e sugli altri organi d’informazione. Il contenuto del libro di Piccoli – che lo stesso autore tra le proprie pagine definisce “un libello” nell’accezione di pamphlet – lascia percepire in modo chiaro che prende le mosse dai temi affrontati dai relatori nel corso della presentazione, ma l’opera letteraria si caratterizza in una serie di dialoghi, taluni realmente vissuti, talaltri soltanto immaginati dall’autore con l’interlocutore di se stesso e messi nero su bianco. Dopo la presentazione dell’opera da parte dei relatori, Piccoli ha preso brevemente la parola per ringraziare gl’intervenuti ed il pubblico, facendo presente che l’incasso della vendita del libro – promosso ed edito dal Gruppo Aversente di Corigliano Rossano, prezzo di copertina 10 euro – sarà interamente devoluto all’Associazione sportiva dilettantistica “Forza ragazzi” di Schiavonea di Corigliano Rossano.

     

 

 

Di admin