Si sono concluse ieri le celebrazioni del novantennale dalla costituzione di Confindustria Cosenza, con una giornata dedicata ai protagonisti diretti, agl’imprenditori che animano l’organizzazione e che sono un riferimento certo, dinamico e positivo dell’economia locale, i quali hanno testimoniato le ragioni dell’impresa

affermando i valori dell’etica, della morale e della concorrenza leale in un mercato libero e governato da regole certe e condivise per contribuire da protagonisti a creare occasioni di sviluppo e crescita del territorio.

Nel corso dell’assemblea, la Cassa edile cosentina, guidata dall’imprenditore Santo Alessio, ha consegnato una targa del maestro orafo Giovan Battista Spadafora a 23 imprese che hanno compiuto, sempre in piena regola, i primi 30 anni d’adesione all’ente bilaterale costituito e guidato in maniera paritetica dall’Associazione nazionale costruttori edili e dai sindacati di categoria Filca Cisl, Fillea Cgil e Feneal Uil. E tra le imprese insignite dell’onorificenza figura la “Giuseppe Pucci Srl” di Corigliano Calabro, con la targa ovviamente ritirata personalmente da parte del noto costruttore Giuseppe Pucci (nella foto, a destra).

 

Di admin