1) Per dare concretezza all’unificazione dando così il massimo del contributo al processo di fusione dei comuni di Corigliano Calabro e Rossano, per il quale si è tanto speso in campagna referendaria, per non scontentare nessuno l’arcivescovo dell’arcidiocesi di Rossano Giuseppe Satriano sta pensando di prevedere una turnazione annuale della sede arcivescovile, cioè un anno a Rossano ed un anno a Corigliano Calabro, aprendo le consultazioni in quale parrocchia coriglianese ubicare la sede.

2) Il consiglio di amministrazione dell’aeroporto Sant’Anna di Crotone, al fine di renderlo velocemente nuovamente operativo e per evitare che un’altra struttura sottragga traffico all’impianto crotonese, sta pensando di cooptare al proprio interno i rappresentanti del comitato delle “Cento associazioni” promotori della costruzione dell’aeroporto della Sibaritide che ormai dopo la fusione Corigliano Calabro-Rossano è quasi pronto al decollo.

3) I sindaci di Corigliano Calabro, Giuseppe Geraci, e di Rossano, Stefano Mascaro, saranno candidati alle prossime elezioni politiche rispettivamente al tredicesimo e quattordicesimo posto del listino delle coalizioni di centrodestra e centrosinistra. A Mascaro però non è andato giù di essere preceduto da Geraci ed ha scritto una lettera infuocata al presidente della Giunta regionale Mario Oliverio minacciando di ritirare l’atto d’impulso della fusione.

4) Per la costruzione del nuovo ospedale della Sibaritide, onde superare lo stallo derivante dal forfait dell’impresa Tecnis Spa, il superconsulente regionale per la Sanità Franco Pacenza ha deciso di costituire una nuova grande azienda di costruzioni ed a breve verranno resi pubblici i calendari per i casting di muratori, carpentieri, idraulici ed elettricisti (obbligatorio l’abito scuro). Invece per la scelta di medici e paramedici si è deciso di ricorrere ad un appalto esterno e si è in attesa di conoscere il vincitore della gara alla quale hanno partecipato Magnolia ed Endemol. 

Sull’onda del clamore che il dibattito sulle fake news hanno avuto prima alla Leopolda e poi su tutti i media ci siamo permessi di scherzarci su. Un saluto affettuoso all’arcivescovo Satriano, ai sindaci Geraci e Mascaro ed a Franco Pacenza. Una raccomandazione a tutti i lettori: quando leggete o ascoltate una notizia dubbia, verificate la serietà e l’attendibilità delle fonti: le bufale sono sempre in agguato…

 

 

Di admin