Non sono mai stato un compagno di partito di Franco Pacenza e neanche un suo amico intimo, ma vederlo oggetto di un così violento attacco mediatico e politico non mi ha lasciato indifferente. Ho ricordato quando Franco, in vacanza con la sua famiglia, fu prelevato da una piscina della Sardegna e condotto in un carcere senza neanche “passare dal via”. Successivamente, dopo un interminabile calvario giudiziario, con tante scuse, si acclarò la sua completa innocenza. Invito tutti a simulare su se stessi una simile esperienza: credo pochi avrebbero resistito e molti sarebbero stati segnati per tutta la vita.

Franco ce l’ha fatta è ritornato in pista ed ha ripreso a fare quello che sa fare meglio: la politica. Quelle che sono le sue indennità sono previste da una legge e da una delibera di Giunta regionale. 

A noi deve interessare che non rubi (e non ruba) e che nel ruolo di consulente per la Sanità del presidente della Giunta regionale Mario Oliverio raddoppi gli sforzi e l’impegno affinché i lavori per il Nuovo ospedale della Sibaritide partano al più presto.

LEGGI ARTICOLO E GUARDA VIDEO 

 

Di admin