Telegiornale di Telecorissano del 5 luglio 2057

Dal MunicipioIl Consiglio comunale previsto per il 3 luglio non si è tenuto in quanto “l’infedele” segretario comunale si è sbagliato sulla durata del Ramadan. Per questa grave mancanza il sindaco, l’emiro Alì Mustafà, lo ha sospeso dall’incarico a tempo indeterminato inviandolo in pellegrinaggio/esilio alla Mecca…senza rimborso spese.

Dal TribunaleIl giudice unico Mullah Mohamed Taziz, dopo aver ascoltato le difese degli imputati, durate ben tre minuti cadauna, ha emesso verdetto inappellabile su tre processi per furto e due per corruzione ed a causa delle note ristrettezze in cui versa il Ministero della Giustizia ha sentenziato che gli avvocati dei condannati si sostituissero “spontaneamente” al boia. Mirabile l’esecuzione del taglio della mano destra per i difensori dei ladri, più difficile la sodomizzazione del primo corrotto mentre la seconda è “scivolata” meglio in quanto il legale incaricato era fornito di lubrificante.

Dall’Ospedale di InsitiUn’ambulanza con a bordo un’equipe di cinque veterinari è qui giunta per risolvere un caso di emergenza assoluta: una mandria di vacche, di nobili origini in quanto discendenti da quelle che negli anni Sessanta accolsero il presidente Fanfani, è precipitata nelle fondazioni del costruendo ospedale di Corissano. Sul posto sono giunte anche delle gru della Protezione civile, ma al loro arrivo è stato necessario chiamare le ruspe per seppellire i nobili animali che purtroppo non ce l’hanno fatta. Una delibera urgente della Giunta regionale ha cambiato la destinazione urbanistica del sito per il polo ospedaliero in cimitero per vacche.

Ultim’oraI ribelli della brigata “Cirrìa” che si battono per l’indipendenza della loro terra e per  la separazione dal regime dittatoriale dell’istituzione accentratrice hanno sferrato un subdolo attacco a sorpresa, sulle colline di Piragineti, alle brigate Purpureus bizantinee, portando a termine il rapimento dell’intera squadra di asini specializzati che gli ufficiali utilizzavano per mettere di buonumore la truppa. Gli analisti ritengono che a breve arriverà la richiesta di una grossa somma di danaro per il riscatto, indiscrezioni dal palazzo dicono che verrà indetto un referendum per chiedere ai cittadini se pagarlo o meno.

                                                                                                                                                          * scrittore

 

 

 

 

Di admin