Potrebbe essere stata urtata, suo malgrado, da un’autovettura o da un altro tipo di veicolo che ha scaraventato la sua motocicletta e lei lasciandola sull’asfalto in una pozza di sangue.

 

È una delle ipotesi al vaglio dei carabinieri della Compagnia di Corigliano Calabro sin dal pomeriggio di ieri, erano circa le 18, quando alcuni automobilisti in transito hanno lanciato l’allarme per la presenza d’una giovane gravemente ferita sul manto stradale di contrada Santa Lucia, allo Scalo di Corigliano, a una manciata di metri dalla rotonda d’ingresso di Largo dei caduti di Nassiriya.

Per la giovane ferita, Luana Montalto, studentessa di 19 anni, del luogo, la quale viaggiava da sola alla guida d’una motocicletta 125 modello scooter, s’è reso necessario l’intervento dell’elisoccorso del 118 che l’ha trasportata d’urgenza presso l’ospedale dell’Annunziata di Cosenza dove ora è ricoverata in progonosi riservata ed in gravissime condizioni.

Sul posto sono prontamente intervenuti un’ambulanza del 118, i militari dell’Arma in forza al locale Nucleo operativo e radiomobile e gli agenti della Polizia municipale. In pochissimi minuti l’area teatro del gravissimo sinistro è stata inibita al traffico veicolare e nella zona s’è creata una calca d’automobilisti e passanti preoccupati per la sorte della ragazza.

I rilievi effettuati per tutto il pomeriggio di ieri con certosina dovizia da parte degl’inquirenti sono stati protesi a fugare ogni dubbio circa il coinvolgimento d’un eventuale secondo mezzo nel drammatico incidente. Nessuna traccia di vernice “esterna” – almeno in apparenza – sulla motocicletta della vittima. Strettissimo il riserbo sull’ipotesi del “pirata” della strada. 

Di admin