Rieccoli. 

In molti li avevano dati per desaparecidos e invece sono improvvisamente ricomparsi. 

Hanno convocato un Consiglio comunale straordinario e monotematico: “Comunicazioni del Sindaco”.

Non s’illuda alcuno: il Sindaco di Corigliano Calabro Giuseppe Geraci non si dimetterà: figuriamoci…

Anzi rilancerà. E, crediamo, in modo assolutamente non originale.

Già: in perfetto “Stile-Straface”.

Sì, come quando l’ex sindaca Pasqualina Straface, sua figlioccia politica da lui poi rinnegata per invidia e gelosia, nell’agosto 2010 si presentò al Consiglio comunale straordinario convocato a seguito dell’operazione antimafia “Santa Tecla”, quella stessa operazione che dopo meno d’un anno vide il Comune sciolto per infiltrazioni di ‘ndrangheta.

Giovedì pomeriggio prossimo, dunque, il Sindaco Geraci parlerà non solo dell’ormai arcinoto “caso Maddalena Avolio”, la Consigliera comunale costretta alle dimissioni da Presidente del Consiglio comunale stesso dopo che AltrePagine aveva dato notizia della sua lussuosa villa-residenza costruita in modo completamente abusivo. 

Il Sindaco parlerà pure del “caso Antonietta Rugna”, sua moglie e proprietaria di quel magazzino-deposito ubicato a pochi passi dall’abitazione del primo cittadino e della sua consorte in cui dimora e bivacca abusivamente un gruppo di “Vu cumprà” d’origine nordafricana come documentato la settimana scorsa ancora una volta da AltrePagine.

Come la Pasqualina Straface d’allora (l’allieva superò il maestro) toccherà ora a Giuseppe Geraci sferrare l’attacco alla stampa, e in particolare alla nostra testata.

E sarà spalleggiato dai consiglieri della sua maggioranza, i quali, ne siamo certi, faranno registrare in aula loro numerosi interventi.

D’altronde è un film di recente proiezione che i coriglianesi hanno già visto.

Il Sindaco alla meno peggio cercherà di metterci le pezze, argomentando che lui è stato scelto un mese e mezzo fa dai cittadini per amministrare questo disgraziato e malandato paesone.

E dirà che “certa stampa” sta “violentemente” (?!) bloccando lo “start” della sua azione amministrativa di risanamento.

Annuncerà querela nei confronti di AltrePagine: è un classico. 

Parlerà coi suoi soliti, noti e caratteristici toni roboanti.

Alla fine, proprio come Pasqualina Straface, rimetterà il prosieguo del proprio mandato alla volontà del Consiglio comunale.

E nel dibattito otterrà parole di conforto da parte dei suoi tutti e, forse, pure da parte di chi, benché in minoranza, è già da settimane alla sua corte.

“Replay”, e “The end”? 

No: to be continued…


Foto: l’ex sindaca Pasqualina Straface e l’attuale Giuseppe Geraci

Di admin