Volatilizzato. Irreperibile da circa un mese. Si tratta d’un 40enne, titolare di due agenzie di amministrazioni condominiali della zona. Nessuno lo vede. Nessuno riesce a sentirlo telefonicamente. Ogni tentativo di contatto si rivela inutile, tanto presso le sue due agenzie, quanto al cellulare che risulta sempre spento.

Un dato è acclarato: nè i Carabinieri, nè la Polizia nè la Guardia di Finanza hanno raccolto alcuna denuncia di scomparsa dell’uomo.

Un ipotetico viaggio riservato e nessun problema? Forse no.

Raccolte alcune segnalazioni “sospette”, questa volta è la nostra Redazione a cercare di mettersi in contatto col professionista. Il suo cellulare è sempre spento.

Telefoniamo allora, spacciandoci per uno dei tanti condomini amministrati, presso una delle due agenzie. Quando domandiamo di poter parlare col titolare, la dipendente che ci risponde al telefono ci fa presente che «non c’è» e che – «forse» – lo possiamo «rintracciare presso l’altra agenzia».

Proviamo lì, dunque.

E pure lì il titolare «non c’è».

Allora con gentilezza insistiamo, facendo presente che abbiamo urgente necessità di parlare con lui direttamente, cercando di sapere o quantomeno capire che fine abbia fatto. 

E qualcosa riusciamo a carpire all’altrettanto gentile quanto imbarazzato dipendente col quale parliamo al telefono: «Il titolare sta attraversando un brutto periodo», ci rivela, «perché l’attività va male».

Fatto sta che quanti ci hanno segnalato che il professionista è “uccel di bosco” dalla fine di febbraio, ci hanno pure rivelato d’avergli «versato già da tempo migliaia di euro per previste ristrutturazioni dei nostri stabili condominiali i cui lavori non sono mai cominciati». Insomma, è un giallo…

 

Di admin