E’ in edicola da stamane il secondo numero di “AltrePagine”, il quindicinale d’approfondimento, inchiesta, cultura e sport fondato e diretto da Fabio Buonofiglio. Ed è ricco di argomenti. Partiamo da quelli più scottanti, con le pagine di Primo Piano dedicate a un inedito quanto sconvolgente caso. Quello che coinvolge l’ex donna di ‘ndrangheta coriglianese ed oggi collaboratrice di giustizia Lucia Rende, il suo ex avvocato ed i Pm antimafia Vincenzo Luberto ed Eugenio Facciolla. Non solo. In primo piano, infatti, v’è pure lo sporco affare della “macelleria” sessuale delle minorenni scoperto a Corigliano che coinvolge una cinquantina di professionisti dell’intera Sibaritide.

ancora il “caso Remer”, il magistrato della Procura di Rossano sospeso dal Csm a seguito d’una condanna per detenzione di materiale pedopornografico. Questo e molto altro nel secondo numero di “AltrePagine”. Da Corigliano, con la famiglia dell’ex sindaco Straface che va a processo ad ottobre per fatti di ‘ndrangheta, ed ancora l’indecente gestione del Castello Ducale monumento simbolo della città, la prima esclusiva intervista al nuovo coordinatore del Pd Antonio Pezzo ed il ricorso dell’ex sindaco al Tar del Lazio finalizzato ad un suo improbabile ritorno nel Municipio da cui è stata cacciata per effetto del decreto di scioglimento per mafia degli organi elettivi. Da Rossano le nuove imposte decise dall’amministrazione Antoniotti. Dall’Alto Jonio l’indecente degrado di Marina di Sibari e la “tassa di soggiorno turistico” osteggiata dagli operatori del settore ma difesa a spada tratta dai sindaci di Villapiana e Cassano Roberto Rizzuto e Gianluca Gallo. Dal Basso Jonio i gravissimi atti intimidatori registratisi ai danni di alcuni imprenditori di Calopezzati, l’apertura del nuovo ponte sul Trionto ed il clamoroso cambio di maggioranza a Caloveto. Da Castrovillari la sentenza che non rende giustizia alla memoria del commercialista Liberato Passarelli barbaramente assassinato dall’imprenditore Signoretti. E tanto altro ancora nelle 32 “AltrePagine” con la cultura, le rubriche e lo sport.

Di admin